CATTURATO NUMERO DUE DI COSA NOSTRA

PALERMO – La polizia di Stato ha arrestato il boss Domenico Raccuglia, originario di Altofonte in provincia di Palermo, ricercato da 15 anni e inserito nell’elenco dei trenta latitanti più pericolosi.
Raccuglia, 45 anni, si nascondeva in un appartamento di via del Cabbasino, alla periferia di Calatafimi (Trapani) e al momento dell’irruzione degli agenti era solo. Il capomafia ha tentato di fuggire dal terrazzo, ma è stato bloccato dai poliziotti che avevano circondato tutto l’edificio.

« L’arresto di Raccuglia è uno dei colpi più duri inferti alle organizzazioni mafiose negli ultimi anni perché era di fatto il numero due di Cosa Nostra » – ha dichiarato il ministro dell’interno Roberto Maroni.
Il capomafia, conosciuto come “il veterinario” è un ex ‘delfino’ del boss ( oggi pentito ) di San Giuseppe Jato Giovanni Brusca, ed è stato già condannato a tre ergastoli tra cui uno per l’omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, a 20 anni di reclusione per tentativo di omicidio e ad altre pene per associazione mafiosa.

Posted by on 15 novembre 2009. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento