Arresti per furto aggravato

Catania mercoledì 18 novembre 2009 – Ieri sera, un agente dell’UP.G.S.P. della Questura di Catania, libero dal servizio, si è recato nel centro commerciale “Etnapolis” per effettuare delle compere. Ultimati gli acquisti, il poliziotto, mentre si recava presso il parcheggio in cui aveva lasciato la propria autovettura, notava due giovani armeggiare con un cacciavite attorno ad un ciclomotore. Intuendo che i due soggetti stessero per compiere qualcosa di illecito, l’operatore di polizia si è nascosto dietro un pilastro per osservare l’operato dei due giovani. Questi ultimi, dopo aver ultimato di smontare una pluralità di parti dal telaio del motociclo, provvedevano ad asportarle frettolosamente, cedendone alcune ad un terzo complice, rimasto ignoto, in attesa nei pressi e trasportandone altre presso il loro motociclo parcheggiato a breve distanza. Quindi, nel momento in cui provvedevano a stipare alcune parti di refurtiva all’interno del vano portaoggetti del loro scooter, l’agente di polizia, dopo essersi qualificato, intimava ai due malviventi di desistere dai loro propositi, ordinando loro di astenersi da qualsiasi atto di resistenza. Grazie alla ferma determinazione dell’operatore di polizia giudiziaria i due giovani malviventi evitavano ogni atteggiamento di intemperanza, fino all’arrivo delle autopattuglie della polizia nel frattempo allertate. Non appena giunto il personale in ausilio i due giovani ladri, identificati per Salvatore Emanuele Prezzavento di anni 21 e per Alfredo Borzì, di anni 18, entrambi abitanti a Paternò, venivano condotti in Questura per gli adempimenti di rito. Ad incombenze ultimate i predetti, tratti in arresto, sono stati rinchiusi nella Casa Circondariale di Piazza Lanza.

Posted by on 21 novembre 2009. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento