Sanita’ Aretusea

Siracusa 18 Novembre 2009 – “Dopo anni di proclami e propaganda la verità viene a galla: per il nuovo ospedale di Siracusa si torna al punto di partenza. Nell’audizione di oggi in commissione Sanità all’Ars si è appreso, infatti, che il governo nazionale non garantisce più la disponibilità del famoso finanziamento da 51 milioni di euro”. Lo dice Roberto De Benedictis, rappresentante del PD in commissione Sanità all’Ars. “È stato proprio il direttore generale dell’Asp di Siracusa, Franco Maniscalco, a riferire di una nota del marzo scorso nella quale il sottosegretario Fazio rimanda il finanziamento ad un nuovo futuro accordo fra Stato e Regione. A seguito di ciò, la stessa azienda provinciale il 28 ottobre scorso ha chiesto all’assessore Russo la conferma della sussistenza o meno dei 51 milioni di euro. Ancora più importante è che, nella stessa nota, l’Asp ha chiesto se la Regione è disposta a farsi carico degli ulteriori 32 milioni di euro necessari al completo finanziamento pubblico dell’opera: strada, questa, che noi sosteniamo da tempo a fronte di un project financing il cui piano originario è ritenuto, dalla stessa Asp, non più attuale. A questo punto – prosegue De Benedictis – il governo regionale e l’assessore Russo escano dal silenzio e diano risposte concrete, prevedendo l’intero finanziamento pubblico di un’opera necessaria e attesa da anni. Ciò nonostante l’opinione dell’assessore Bufardeci, l’unico ad insistere perché l’opera sia realizzata indebitandosi con i privati che, secondo lo schema dell’originario project financing, riceverebbero un ‘maxi-canone’ da 12 milioni di euro l’anno per trent’anni, comprensivo della gestione dei servizi parasanitari”.


Posted by on 21 novembre 2009. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento