Progetto Legalità a Siracusa

guardia finanza e scuole1 Siracusa – Nell’ambito del progetto legalità, che vede coinvolti la maggior parte degli istituti scolastici del capoluogo aretuseo, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa ha reso possibile un incontro con le scolaresche del 1° Circolo Didattico Statale ”Salvatore RAITI” di Siracusa.
Nell’occasione, la Guardia di Finanza, ha tenuto un incontro circa la “Realizzazione di un fumetto sulla Guardia di Finanza – FINZY il Grifone”.
Sono state descritte le tipologie del fumetto impegnato in diverse avventure nel superare varie avversità, sempre animato dalla ferma volontà di entrare a far parte della grande famiglia dei finanzieri, per consentire a tutti coloro che sono impegnati nel difficile compito di educare e formare le coscienze dei più giovani, che viene illustrata in maniera semplice e comprensibile, la moderna missione del Corpo quale polizia economica e finanziaria vicina alle molteplici esigenze di tutela della collettività e quindi al servizio del cittadino, di qualunque età egli sia.
guardia finanza e scuole L’intervento, che ha visto la partecipazione di una folta platea di alunni delle classi II, III, IV e V elementare, unitamente al quadro docente, ha suscitato il vivo interesse di tutti i presenti.
In particolare, grande entusiasmo è stato suscitato dall’esibizione della dipendente unità cinofila antidroga (Itla), impegnata in un’attività dimostrativa di ricerca e ritrovamento dello stupefacente.
L’iniziativa, fortemente voluta sia dalla Guardia di Finanza che dal Dirigente Scolastico dell’Istituto dott.ssa Angela Cucinotta, ha rappresentato un occasione irrinunciabile per avvicinare i giovanissimi alle istituzioni, in particolare al Corpo della Guardia di Finanza, contribuendo in tal modo alla diffusione dei principi della legalità e del rispetto delle leggi.

Posted by on 24 novembre 2009. Filed under Copertina, Magazine. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento