Malaburocrazia: Confindustria Sicilia non molla

Palermo, 3 dicembre 2009 – Lo sportello virtuale di “Addioburocrazia” ha ricevuto nuove denunce di casi di “malaburocrazia” in Sicilia, che evidenziano il crescente stato di disagio che vivono le aziende nella loro quotidiana attività. Una situazione non più tollerabile soprattutto perchè spesso è legata allo strapotere di singoli dirigenti.
L’obiettivo dei Giovani imprenditori di Confindustria Sicilia è quello di valorizzare il merito e la professionalità di quei dirigenti che puntualmente applicano le leggi e svolgono il loro lavoro con spirito di servizio, ma allo stesso tempo è quello di mettere a nudo singole responsabilità, centri di potere marginali alle pubbliche amministrazioni nei quali le pratiche sistematicamente si bloccano, condotte clientelari che condizionano tutti i livelli dell’apparato siciliano, dagli assessorati regionali agli enti locali.
Intanto i Giovani di Confindustria Sicilia hanno sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Aiga, l’Associazione giovani avvocati della Sicilia, della cui collaborazione si avvarranno nella gestione dei rapporti fra il sistema delle imprese e la pubblica amministrazione e nell’assistenza agli imprenditori vittime di soprusi.

Posted by on 3 dicembre 2009. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento