Spadaro alla presidenza della piccola industria

Alessandro Spadaro Palermo, 3 dicembre 2009 – Il Comitato regionale Piccola Industria di Confindustria Sicilia ha eletto Alessandro Spadaro nuovo presidente. Succede a Marco Venturi, che si era dimesso per assumere l’incarico di assessore regionale all’Industria.
Vicepresidenti sono Rosario Amarù, Davide Guastella, Roberto Franchina e Sebastiano Bongiovanni.
Spadaro, 50 anni, di Enna, imprenditore di prima generazione, è amministratore unico della Kappa 2, azienda del settore Itc e Consulting con 12 dipendenti e 1,5 milioni di euro di fatturato annuo.
“Il 2010 sarà un anno assai difficile per la Sicilia – spiega Alessandro Spadaro – perchè alla crisi legata al ritardo atavico dell’Isola si aggiungeranno gli effetti della crisi finanziaria internazionale di cui ancora non abbiamo risentito appieno. Penso al problema della Fiat e delle aziende dell’indotto e alle tante altre vertenze aperte, che impongono di coniugare le politiche di sviluppo alle esigenze delle piccole e delle micro imprese che rappresentano il 99% del tessuto produttivo dell’Isola”.
In tal senso il programma di Spadaro vede “prioritaria la legittimazione sociale del mondo dell’impresa, con l’idea di diffondere la cultura del mercato e l’etica della responsabilità, in armonia con la linea programmatica dettata dal neo eletto presidente nazionale Vincenzo Boccia, nonché un dialogo con l’amministrazione regionale, e in particolare un canale privilegiato con l’assessorato Industria, retto da Marco Venturi, un imprenditore che conosce e vive le problematiche delle nostre aziende”.
Inoltre, “insisteremo – dichiara Spadaro – sulle battaglie portate avanti in questi anni da Confindustria Sicilia, da Ivan lo Bello e da Antonello Montante, per l’affermazione della legalità e della trasparenza, per la sburocratizzazione delle procedure e l’efficienza della pubblica amministrazione, per l’aggregazione in rete delle piccole imprese, per un migliore accesso al credito e una maggiore attenzione alle piccole imprese a sostegno dello sviluppo della nostra economia”.

Posted by on 3 dicembre 2009. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento