Avvicinare l’Europa al Mezzogiorno: proposte a Bruxelles

BRUXELLES 04 Dicembre 2009 – Coordinare un’ azione congiunta sulle principali questioni iscritte all’agenda politica europea che avranno un impatto diretto sulle regioni del Sud Italia e insulari: questo l’obiettivo di un progetto che vede tra i protagonisti l’on.  Giovanni La Via, membro del Parlamento europeo, insieme ad altri deputati italiani del Mezzogiorno.
 
Tra le prime iniziative che l’on. La Via intende portare avanti figurano  la proposta di creazione di un’antenna europea con sede al Sud,  la richiesta alla Commissione europea di riflettere sulle forme di fiscalità di vantaggio applicabili nelle regioni del Mezzogiorno e la designazione della sede dell’Assemblea Parlamentare ACP al Sud. Ma si tratta solo di alcune iniziative che sono state segnate come prioritarie sull’agenda del parlamentare europeo, come comunica Salvo Latino, consigliere comunale e collaboratore dello stesso on. La Via.
 
« Verranno condotti approfondimenti – afferma Latino –  sui temi legati alla riforma della politica di coesione, con particolare riferimento al sostegno all’insularità, nonché la richiesta di una puntuale verifica dello stato di esecuzione della programmazione dei Fondi strutturali 2007-2013. La proposta dell’on. La Via – conclude il consigliere Latino – rappresenta un importante passo avanti per avvicinare le Istituzioni europee ai territori più disagiati come il Mezzogiorno d’Italia, ma soprattutto permette di accendere i riflettori sui problemi economico-sociali della Sicilia».
 
 «A tal fine – fa sapere La Via – chiederemo un incontro al Presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, al Commissario europeo competente in materia di concorrenza, Joaquin Almunia, ai rappresentanti della direzione generale per le politiche regionali e organizzeranno – conclude l’eurodeputato catanese – un seminario sulle linee di riforma della politica di coesione alla presenza di esperti del settore».
 

Posted by on 8 dicembre 2009. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento