Roma: catturati i presunti autori della rapina al call center di Anzio

ROMA 12 Dicembre 2009 – Nel pomeriggio di ieri gli agenti della Polizia di Stato della questura al termine di un’indagine hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto di C.A. pluripregiudicato di 36 anni di Nettuno e S.F. di 20 anni originario di Anzio, gravemente indiziati in concorso della rapina perpetrata ai danni di un esercizio commerciale.

In particolare, la sera del 10 dicembre i due giovani di cui uno armato di pistola a tamburo sono entrati nel call center di via Vittorio Veneto a Nettuno o e dopo aver esploso un colpo in aria hanno asportato 150 euro dalla cassa ed altro denaro al titolare, fuggendo subito dopo e facendo perdere le proprie tracce.

Ieri pomeriggio, sulla scorta degli elementi raccolti nel corso dell’indagine, in particolare una dettagliata descrizione dei malviventi fornita dalla parte lesa in sede di denuncia, seguita dall’individuazione fotografica, gli investigatori hanno rintracciato i due mentre passeggiavano per le strade del centro di Nettuno. C.A. alla vista della polizia ha cercato di guadagnarsi la fuga per le vie del centro cittadino, ma è stato raggiunto e bloccato poco dopo, trovato con indosso la pistola usata durante la rapina del call center, risultata essere un’ottima “replica” privata però del tappo rosso.

I due malviventi sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto e come disposto dal Pubblico Ministero, condotti presso il carcere di Velletri a disposizione della Competente Autorità Giudiziaria.

Posted by on 13 dicembre 2009. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento