Aggressione al Premier: il rischio c’era

aggressione al premier MILANO 13 Dicembre 2009 – Il Dipartimento per le Informazioni per la Sicurezza aveva messo in guardia sulla possibilità di una aggressione al premier come quella che si verificò il 31 dicembre 2004 a piazza Navona, quando uno uomo tirò un cavalletto contro il Silvio Berlusconi.
“Non è escluso – si legge nel rapporto del Dis – che Berlusconi possa essere oggetto di contestazioni in occasioni di eventi pubblici non escludendosi anche gesti violenti di mitomani isolati, difficilmente individuabili in sede di azione preventiva”.

Il rapporto dei servizi segreti puntualizzava, comunque, che non c’erano “specifici riscontri” di minacce reali nei confronti del premier ma solo il rischio che qualcuno in modo isolato tentasse di colpirlo.
Il servizio di vigilanza del premier prevede durante il contatto con la folla un dispositivo di due anelli di protezione: uno più stretto, composto da quattro persone e uno, più largo, di cui fanno parte almeno sei persone.
Tuttavia qualcosa stasera deve non aver funzionato dal momento che qualcuno è riuscito a colpire il presidente del consiglio da una distanza davvero irrisoria.

Posted by on 14 dicembre 2009. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento