Roma: fingeva di aiutare trans, arrestato dalla Polizia

ROMA 19 Dicembre 2009 – Li ha avvicinati dapprima offrendo loro aiuto ed ospitalità all’interno dell’abitazione della quale è affittuario, ma pian piano è diventato il loro aguzzino sfruttandoli ed approfittando della loro lucrosa attività di prostituzione.

A Roma, nel quartiere Centocelle gli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma hanno proceduto all’arresto in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, di A.C. 45enne nato a Cagliari, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nei confronti di tre cittadini brasiliani transessuali.

I tre brasiliani infatti, fidandosi delle promesse di A.C. che si era offerto di aiutarli, hanno inizialmente accettato la sua ospitalità presso l’appartamento di via dei Platani e poi, a seguito di pressanti minacce di ritorsioni, sono stati costretti a prostituirsi per poi consegnargli parte del guadagno quale “rimborso spese” per il trasporto in auto sul luogo di lavoro, le ricette mediche per la somministrazione di ormoni e l’acquisto dei medicinali, tutto facente parte dell’operazione “commerciale” organizzata nei minimi dettagli dallo sfruttatore.

L’indagine coordinata dal P.M. Dr.ssa Calò della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, era iniziata lo scorso mese di giugno, ed è stata condotta nell’ambito del progetto investigativo “freedom” che era stato avviato dagli uomini dell’Ufficio Immigrazione della Questura al termine della fase di monitoraggio delle condizioni di vita dei tre brasiliani all’interno di alcuni immobili, poi sottoposti a sequestro.

Posted by on 20 dicembre 2009. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento