Caserta: il 6 gennaio secondo round dell’eco-iniziativa “X-mas Guerrilla”

Il secondo round dell’eco-iniziativa “X-mas Guerrilla”, previsto per la giornata odierna dalle ore 12 alle 14 in piazza Vanvitelli a Caserta, di fronte al Municipio , è slittato a data da destinarsi, causa maltempo.
———————-

CASERTA 03 Gennaio 2010 – “Tutti insieme all’attacco!”: mercoledì 6 gennaio secondo round dell’eco-iniziativa “X-mas Guerrilla”. Dalle ore 12 alle 14 in piazza Vanvitelli a Caserta, di fronte al Municipio, verranno piantati, nell’area simbolica gentilmente concessa dal Comune, i semi di trifoglio distribuiti nell’occasione e presenti nelle X-mas Guerrilla Bombs, gadget dell’iniziativa. Le “bombs”, utilizzate anche come decori natalizi per l’albero, racchiudono la bandana camouflage con la grafica simbolo dell’iniziativa, contenente semi di trifoglio
L’happening dell’Epifania è stato programmato da Alessia Caliendo, titolare della gallery-boutique casertana LittleBlackDress, e da Luca Lubello, noto artista casertano, insieme a colui che ha patrocinato e supportato l’idea sin dall’inizio, il critico d’arte Enzo Battarra
L’eco-iniziativa, che ha visto il suo evento inaugurale nello scorso mese di dicembre proprio nella sede della LittleBlackDress, prende spunto dal fenomeno del guerrilla gardening: appassionati del verde che hanno deciso di interagire positivamente con lo spazio urbano attraverso piccoli atti dimostrativi, gli “attacchi” verdi.
Nell’occasione verrà allestita anche la mostra en plen air con i personali scatti dei giovani fotografi casertani Ania Helsinki, Luca Cordua, Federica Ercolano, Sonia Santangelo, Veronica Vitale e Gaia Stella Vitale, tratti dall’evento inaugurale.
Per tutti i bambini è prevista la partecipazione straordinaria della “befana”.
Presente anche l’angolo make-up “Diventa un guerrillero anche tu!” , a cura della truccatrice televisiva e cinematografica Elena Russo.

Posted by on 3 gennaio 2010. Filed under Agenda. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento