Catania: attivato lo sportello sicurezza e qualità dei servizi

CATANIA 07 Gennaio 2010 – Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha presentato lo “Sportello Sicurezza” un punto d’accoglienza per i cittadini che sarà attivo presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Catania in piazza Duomo e che consentirà ai catanesi di effettuare segnalazioni in tema di sicurezza e di qualità dei servizi.
Nello sportello istituito e attivato presso la Segreteria Generale a cura del responsabile della Direzione e vicesegretario generale Salvatore Nicotra, sarà possibile anche ottenere informazioni e risposte immediate in tema di manutenzione delle strade, degrado urbano, abusivismo edilizio e commerciale, viabilità. “Lo Sportello Sicurezza – ha spiegato il sindaco Stancanelli – ha la scopo di fornire interventi operativi diretti alla soluzione dei problemi dei cittadini, metodo che a noi interessa particolarmente incentivare, con le competenze specifiche per promuovere la vivibilità urbana. Una sicurezza intesa dunque come aumento della qualità della vita nei diversi ambiti sociale, ambientale, urbanistico attraverso l’apporto di più soggetti pubblici e privati“. Lo scopo dello Sportello, già attivo a palazzo degli Elefanti, è quello di fare da tramite tra il cittadino e le istituzioni e gli uffici preposti svolgendo anche un’azione di coordinamento affinché l’azione pubblica abbia una modalità coordinata e sinergica per un intervento che sia veramente efficace. “L’iniziativa peraltro – ha aggiunto Stancanelli – avviene in un periodo in cui nonostante tutti gli sforzi, compiuti dalle forze dell’ordine, si stanno particolarmente intensificando gli atti di vandalismo in città, soprattutto a carico di arredo urbano e beni pubblici. Il progetto nasce dall’esigenza di superare la difficoltà incontrata dai cittadini che si trovano ad avere a che fare con problemi di degrado ambientale, vivibilità della vita ed insicurezza in ambito urbano e per questo ringrazio i dipendenti comunali per questa iniziativa e in particolar modo il vicesegretario generale”. Il Punto di Accoglienza si rivolge all’intera cittadinanza, con particolare attenzione alle categorie più vulnerabili rispetto al tema della sicurezza: disabili, anziani, donne e bambini. Raccogliendo istanze e segnalazioni di cittadini e fornendo informazioni e risposte immediate per incentivare la vivibilità urbana e migliorare la qualità della vita. Lo Sportello Sicurezza – Punto di Accoglienza dei Cittadini si trova presso la sede dell’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico – Piazza Duomo Palazzo degli Elefanti – Tel. 0957423216 – 3217 – 3218. È aperto al pubblico da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.30 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30.
I cittadini potranno anche effettuare segnalazioni tramite il numero verde 800-887077 – fax 0957423326 – e-mail: urp.cataniainforma@comune.catania.it. Il Punto di Accoglienza e ricezione di segnalazioni dello Sportello Sicurezza si occupa inoltre di degrado del verde (es. carenza di pulizia delle aree verdi comunali, ecc…); degrado urbano (es. buche nelle strade, scritte sui muri, veicoli abbandonati, ecc…); manutenzione impianti di illuminazione; rimozione rifiuti; pulizia delle strade; disinfestazione e derattizzazione; abusivismo edilizio; abusivismo commerciale; manutenzione strade; viabilità e traffico; rimozione barriere architettoniche; pubblica incolumità; inquinamento ambientale; inquinamento atmosferico; inquinamento acustico causato da pubblici esercizi; occupazioni abusive; prostituzione; senza fissa dimora; tossicodipendenza – spaccio; microcriminalità – vandalismo; nomadi; randagismo. Una volta ricevuta e registrata la richiesta del cittadino, viene inoltrata all’ufficio competente dove vengono effettuate la verifica e l’analisi del problema esposto, se necessario si esegue un sopralluogo e quindi si attivano le competenze specifiche per la soluzione del caso.

Posted by on 8 gennaio 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento