Roma: rapina, sequestro di persona e riduzione in schiavitù, arrestata coppia

ROMA 07 Gennaio 2010 – Nella serata di ieri a seguito di segnalazione al 113, gli Agenti della Polizia di Stato della Questura sono intervenuti in via Bonaccorsi, angolo viale di valle aurelia, per una persona aggredita.

Sul posto B.I. rumeno di 21 anni ha raccontato ai poliziotti di essere stato avvicinato in giornata da un connazionale, B.M. di 31 anni, che gli aveva offerto una sistemazione dietro il pagamento di una piccola somma di denaro. Accettata l’offerta il ragazzo si è recato nella sistemazione di fortuna all’interno del parco di via Moricca, dove incontrato un’altra connazionale C.O. di 35 anni, compagna di B.M.

I due hanno chiesto al ragazzo altro denaro per comprare del vino, ma al suo rifiuto, lo hanno colpito al volto con dei pugni, minacciato di morte con un coltello alla gola, derubato del cellulare e di 950 euro, nonchè minacciato di ulteriori ritorsioni se non avesse iniziato a chiedere l’elemosina per conto loro dal giorno successivo.

Riuscito a fuggire il ragazzo ha chiamato la Polizia e dopo aver raccontato quanto accadutogli ha indicato agli Agenti la baracca e i suoi aguzzini. Qui i poliziotti hanno rinvenuto il coltello con il quale era stato minacciato e indosso alla donna il cellulare rubato già privo della Sim.

La coppia è stata condotta negli uffici del Commissariato Aurelio dove al termine degli accertamenti B.M, e C.O. sono stati arrestati in concorso per rapina aggravata, sequestro di persona, lesioni e riduzione in schiavitù in flagranza e sono stati condotti rispettivamente al carcere di Regina Coeli e Rebibbia. La vittima condotta all’ospedale San Carlo di Nancy è stata refertata con una prognosi di 10 giorni.

Posted by on 8 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento