Roma: aggredisce vicini rumorosi, arrestato

ROMA 10 Gennaio 2010 – La scorsa notte i Carabinieri della Stazione Roma Garbatella hanno arrestato un romano di 36 anni per lesioni aggravate, violenza privata aggravata, danneggiamento aggravato e appropriazione indebita. L’uomo, irritato dai rumori che provenivano dal piano superiore, ha deciso di fare i conti una volta per tutte con quei fastidiosi condomini: è salito al pianerottolo dell’appartamento “incriminato” e dopo essere riuscito a farsi aprire la porta ha fatto scattare un vero e proprio blitz. Armato con un estintore che aveva preso salendo le scale lo ha attivato colpendo prima i volti del proprietario dell’abitazione e del coinquilino, poi imbiancando tutto ciò che gli si parava davanti. Non pago di ciò ha preso a calci e pugni alcuni apparecchi elettronici, poi si è rinchiuso nel bagno dove, dopo aver divelto alcuni elementi d’arredo, li ha lanciati dalla finestra. Nel frattempo le vittime dell’aggressione hanno chiamato il 112. Prima di fuggire, il 36enne ha nuovamente aggredito uno degli inquilini, tentando addirittura di morderlo al collo senza riuscirci. Esaurito il suo attimo di follia, è scappato sulle scale dove ad attenderlo, però, c’erano i Carabinieri che lo hanno immobilizzato e accompagnato in caserma, dove rimarrà in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Posted by on 10 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento