Roma: terremoto Haiti, unità di crisi Farnesina ha un numero a cui rivolgersi

ROMA 14 Gennaio 2010 – Nella notte “é aumentato di una decina il numero delle persone contattate direttamente o indirettamente” dall’Unità di crisi della Farnesina, facendo “salire a 80 circa” gli italiani rintracciati ad Haiti dopo il terremoto ma mancano all’appello ancora decine di connazionali Lo ha detto il capo dell’Unità di crisi, Fabrizio Romano durante il briefing con la stampa sulla situazione ad Haiti. La Farnesina invita dunque chiunque sia a conoscenza di amici o parenti italiani che si trovano ad Haiti a contattare l’Unita’ di crisi al numero 06-36225 per accelerare la ricerca dei nostri connazionali.
Intanto è partito alla volta di Haiti il C-130 messo a disposizione dalla 46esima Brigata aerea di Pisa con a bordo 20 volontari del Gruppo di chirurgia d’urgenza di Pisa. Il velivolo trasporta 5 tende pneumatiche con attrezzatura di pronto soccorso e una sala operatoria. Lo staff comprende 9 medici, 10 infermieri e un tecnico di logistica. Un altro C130 è atterrato al’aeroporto di Haiti, rimesso in sesto dalle squadre di soccorso americane. Ad Haiti anche un Falcon dell’Aeronautica con a bordo un “advanced team” per una prima ricognizione prima dell’arrivo dei soccorsi dall’Italia.

Posted by on 14 gennaio 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento