Crotone: sequestro dei beni al boss Iona Guirino

CROTONE 18 Gennaio 2010 – A Belvedere Spinello (KR), Santa Severina (KR) e Guidonia Montecelio (RM), il Reparto Operativo del Comando Provinciale di Crotone, in collaborazione con l’Arma territorialmente competente, ha dato esecuzione ad un «Decreto di Sequestro Beni – Misure di Prevenzione», ex artt. 2, 2 bis e ter della L. 575/65 «Disposizioni contro la Mafia», emesso dal Tribunale di Crotone, su richiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro, Direzione Distrettuale Antimafia, concorde con le risultanze investigative fornite, nei confronti di:

– IONA Guirino, nato a Belvedere Spinello il 05.05.1940, già ivi residente, pluripregiudicato, Capo dell’omonima Cosca operante in Belvedere Spinello (KR) e Rocca di Neto (KR), attualmente recluso presso la casa circondariale di Milano Opera, in regime di cui all’art. 41 bis dell’Ordinamento Penitenziario, già sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale con Obbligo di Soggiorno.

I beni sottoposti a sequestro, per un corrispettivo valore complessivo di oltre tre milioni e mezzo di euro, riguardano:
– un fabbricato di quattro piani, adibito a civile abitazione, della superficie di 1000 mq circa, a Belvedere Spinello (KR);
– una villa di 9 vani su due livelli, sita a Guidonia Montecelio (RM);
– un terreno dell’estensione di 500 mq circa, in Belvedere Spinello (KR).
– Un fabbricato su due livelli di 400 mq circa, sito in località Campodanaro del Comune di Santa Severina (KR).

Il predetto, con sentenza della Corte di Assise di Appello di Catanzaro, divenuta irrevocabile in data 14 maggio 2009, è stato condannato alla pena dell’ergastolo per i reati di 416 bis c.p. ed armi, nonché per l’omicidio ai danni di PRIMERANO Michele, all’epoca 39enne, di Casabona (KR), assassinato il 25 settembre del 2000 in località Rosaniti del Comune di Rocca di Neto (KR), vicino al clan degli ALESSIO, in contrasto con la Cosca IONA e per il duplice omicidio, nel 2000, in località Mannariti del Comune di Casabona (KR), ai danni di NOVELLO Stefano, all’epoca 52enne e LO MONACO Antonino, all’epoca 67enne, entrambi appartenenti alla rivale cosca ALESSIO.

Posted by on 19 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento