Roma: annuncia suicidio su Facebook, salvata dalla Polizia

ROMA 18 Gennaio 2010 – Questo fine settimana un uomo si è presentato al Commissariato San Paolo consegnando agli Agenti della Polizia di Stato una borsa contenete effetti personali che una sconosciuta di circa 30 anni aveva precedentemente dimenticato all’interno di un bar nel quartiere Portuense.

Poco dopo un telefono cellulare all’interno della borsa cominciava a squillare e dall’altro capo del ricevitore un’anonima voce maschile in modo concitato comunicava all’Agente che ha risposto alla chiamata, che l’utenza telefonica appartiene ad una donna la quale sul noto social network Facebook gli aveva appena comunicato la propria intenzione di togliersi la vita tagliandosi le vene.

Con le informazioni apprese dall’anonimo interlocutore, i poliziotti del Commissariato San Paolo sono riusciti ad individuare l’appartamento dove la donna, chiusa in casa, non rispondeva alle chiamate.

Aperta la porta con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, i poliziotti una vola all’interno hanno prestato i primi soccorsi alla donna, trovata riversa a terra in bagno quasi in fin di vita, con le vene recise e priva di conoscenza anche a causa di assunzione di alcool e farmaci ansiolitici.

Tenuta in osservazione 24 ore presso l’ospedale San Camillo, la donna è stata successivamente dichiarata fuori pericolo.

Posted by on 19 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento