Civitavecchia: pesca abusiva, 15mila ricci restituiti al mare

CIVITAVECCHIA 23 Gennaio 2010 – La scorsa notte i Carabinieri della Sezione Navale della Compagnia di Civitavecchia, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto della pesca di frodo lungo il litorale, hanno sorpreso un ragazzo di 26 anni di Bisceglie (BA) mentre stava pescando abusivamente ricci di mare in violazione della normativa sulla pesca sportiva: le disposizioni, infatti, consentono di estrarre dal mare un massimo di 50 esemplari e, soprattutto, vieta di farlo di notte. Al momento del controllo, il ragazzo, che era ancora immerso in acqua, aveva già pescato 15.000 ricci, che una volta immessi sul mercato avrebbero fruttato oltre 3.000 euro. I militari hanno sequestrato tutta l’attrezzatura utilizzata dal giovane nella pesca di frodo e i 15.000 ricci, che sono stati restituiti al mare. Il pugliese è stato contravvenzionato con una sanzione amministrativa che prevede una pena pecuniaria fino a 6.400 euro.

Posted by on 24 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento