Roma: minore tenta rapina, si stava annoiando

ROMA 25 Gennaio 2010 – Poco dopo la mezzanotte, i Carabinieri della Stazione Roma viale Eritrea hanno arrestato un ragazzo romano di 15 anni, studente e incensurato, con l’accusa di tentata rapina aggravata. Il giovane mentre si trovava in via Nemorense, nei pressi della sua abitazione, ha visto passare una ragazza e ha pensato di aggredirla per derubarla della borsa. Bravata che si è complicata nel momento in cui la ragazza, studentessa 20 enne della provincia di Salerno, si è fermamente opposta al furto. A quel punto il 15enne, impaurito della reazione imprevista della vittima, ha iniziato a colpirla alla testa con un casco. Fortunatamente una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma viale Eritrea, che stava transitando nella strada, ha notato il parapiglia. Il minore è stato subito bloccato e con i militari ha tentato di giustificarsi dicendo che lo aveva fatto perché era annoiato e voleva dare una smossa alla serata. La ragazza è riuscita ad attenuare i colpi scagliati dal suo aggressore riparandosi con le braccia e per fortuna non ha riportato lesioni. Il minorenne è stato affidato ai genitori con l’obbligo di permanenza nella propria abitazione in attesa dei provvedimenti del Tribunale per i Minorenni.

Posted by on 26 gennaio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento