Afghanistan: 700mila euro per la ricostruzione delle scuole di Herat

di Antonella Serafini

Inaugurazione scuola a Niswan HERAT 27 Gennaio 2010 – Un investimento di spesa pari a oltre 700.000 euro è la somma destinata alla costruzione ed alla ristrutturazione delle scuole nei 15 distretti della provincia di Herat.
Ieri mattina, nell’ambito del progetto di sviluppo del settore scolastico portato avanti in collaborazione con il Dipartimento dell’educazione della provincia di Herat, il Provincial Reconstruction Team italiano, che opera sotto il Regional Command West – il Comando ISAF a leadership italiana e su base Brigata “Sassari” – ha inaugurato una nuova scuola a Niswan, un villaggio del distretto di Shindand, un’area nota per i ripetuti attacchi perpetrati tempo addietro dagli insorti contro le forze di ISAF e che oggi gode di un adeguato livello di sicurezza grazie all’opera di presenza e sorveglianza che congiuntamente le ANSF (Afghan National Secutity Forces) e le forze italiane di ISAF stanno garantendo a favore della popolazione.

La scuola, una struttura del valore di oltre 110 mila euro realizzata grazie ai fondi messi a disposizione dal Ministero della Difesa, consta di dodici classi su due piani ed è dotata di tutti i servizi compreso un campo sportivo polivalente.

Alla cerimonia di inaugurazione, presenti il governatore del distretto di Shindand, Mr. Omarzai, il vice governatore della provincia di Herat, Mr. JAMI, e numerose altre autorità locali, sono intervenuti il Comandante del Regional Command West – Generale di Brigata Alessandro Veltri – il Comandante del PRT, Colonnello Claudio Dei, ed il Comandante della Task Force Center, Colonnello Francesco Maria Ceravolo.

Nel rivolgersi ai giovani del distretto accorsi per l’occasione in gran numero, il Generale Veltri ha ricordato che “ben 37 sono le scuole costruite nella provincia di Herat grazie al contributo dei Provincial Reconstruction Teams italiani. Un contributo serio e concreto che il Regional Command West intende continuare a fornire con sempre maggiore determinazione a tutto beneficio di un settore, quale quello scolastico e dell’educazione, di fondamentale importanza per il futuro ed il progresso del Paese”.

Il Generale Alessandro Veltri, nel sottolineare l’importanza dello studio nella formazione civica ed umana dei giovani afghani, ha inoltre ribadito che “ogni sforzo da parte di ISAF sarà sempre volto a garantire la sicurezza nei confronti della popolazione, dare impulso all’opera di ricostruzione e sviluppo della regione anche attraverso il costante e mirato soddisfacimento di tutte le esigenze siano esse di carattere assistenziale a favore delle persone maggiormente bisognose, siano esse rivolte a migliorare la governance. Tutto questo sarà comunque sempre realizzato nel pieno rispetto delle tradizioni, delle abitudini e dei costumi locali che appartengono al popolo e devono dallo stesso essere custoditi e tramandati”.

Posted by on 28 gennaio 2010. Filed under Copertina, Esteri, Magazine. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento