Napoli: superlatitanti catturati in Spagna dalla Polizia italiana

NAPOLI 27 Gennaio 2010 – Due superlatitanti sono stati arrestati dalla Polizia di Stato in Spagna a Barcellona. Si tratta di due esponenti del clan Contini, Paolo Di Mauro, detto “Paoluccio ‘o infermiere” e Luigi Mocerino, entrambi di 58 anni.
Di Mauro è considerato un elemento di spicco della cosca Contini ed era inserito nella lista dei 30 latitanti più pericolosi. Ricercato dal 2003 per omicidio e associazione di tipo mafioso, è condannato a una pena di 17 anni e 10 mesi. Dal 2007 era diventato latitante internazionale.
Mocerino invece, inserito nell’elenco dei 100 latitanti, era il responsabile, per conto del clan, del traffico internazionale di stupefacenti.
Il boss e il suo più stretto collaboratore, nonché cugino, Mocerino, sono stati sorpresi mentre stavano uscendo dallo studio di un avvocato e stavano salendo su un motorino. A Di Mauro, vestito in giacca e cravatta e con la valigetta 24 ore, i poliziotti napoletani, insieme a quelli spagnoli e a personale dell’Interpol, hanno sequestrato 7mila euro in contanti.
Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, complimentandosi con il capo della Polizia ha dichiarato: “È un altro colpo alla camorra ed è tutto merito della ‘Catturandi’ di Napoli”.

Posted by on 28 gennaio 2010. Filed under Antimafia, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento