Enna: ergastoli per Riina ed altri tre esponenti della mafia

ENNA 10 Febbraio 2010 – Ergastoli per omicidi nell’Ennese sono stati inflitti a Salvatore Riina, Giuseppe Madonia, Gaetano Leonardo e Giacomo Sollami. L’ordinanza emessa dalla Corte d’Assise di Caltanissetta e’ stata notificata in carcere escluso che per Sollami. Gli omicidi per i quali sono stati condannati sono avvenuti nell’Ennese fra gli anni ’80 e ’90, nell’ambito della seconda guerra di mafia scatenata dall’ala corleonese di cosa nostra per imporre il predominio nell’organizzazione mafiosa.

I quattro decisero la morte di Giovanni Mungiovino, legato all’ala moderata di Cosa nostra, guidata da Badalamenti-Inzerillo-Bontate, ucciso a colpi d’arma da fuoco a Enna il 9 agosto 1983; Giuseppe Cammarata, scomparso il 9 maggio ’89 e sospettato di avere organizzato un progetto per uccidere Madonia, sospetti ricaduti anche su Francesco Seggio e il figlio Mariano, scomparsi a Valguarnera Caropepe (En) il 12 aprile ’90; Salvatore Saitta, rappresentante dei clan dell’Ennese, ucciso il 25 giugno ’92 per vendicare la morte di Liborio Micciche’, uomo d’onore della famiglia di Enna, legato a Giuseppe Madonia. Il processo e’ scaturito da indagini, seguite alle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, sugli assetti di cosa nostra a Caltanissetta ed Enna.

Posted by on 11 febbraio 2010. Filed under Antimafia, News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento