Ragusa: lotta alla contraffazione, un arresto e una denuncia

RAGUSA 06 febbraio 2010 – Senza sosta la guerra alla pirateria ed alla contraffazione da parte della Guardia di Finanza. A Comiso, nei pressi del mercato settimanale, l’ennesima attività di servizio condotta in tale ambito dalle Fiamme Gialle ragusane.
Coscienti della pericolosità del fenomeno, i finanzieri si sono nuovamente organizzati per contrastare la minuta vendita e risalire alle fonti di approvvigionamento della merce contraffatta.
Recatisi quindi nei pressi del mercato settimanale di Comiso, i militari hanno individuato due autovetture, con a bordo alcuni cittadini senegalesi, che trasportavano abbigliamento con marchi contraffatti e supporti informatici pirata.
Gli extracomunitari si stavano organizzando per porre in vendita i propri prodotti tra le bancarelle del mercato ed alla vista dei finanzieri hanno tentato la fuga a piedi. Tre di loro sono stati bloccati, mentre un quarto è riuscito a far perdere le proprie tracce in mezzo alla folla degli avventori.
La perquisizione delle due autovetture ha permesso di rinvenire più di 800 supporti illegalmente riprodotti tra CD musicali, DVD film e giochi per consolle, oltre ad una quarantina di capi di abbigliamento contraffatti.
Tutti i prodotti e le due autovetture, sprovviste anche di assicurazione, sono state sequestrate, mentre i successivi accertamenti hanno permesso di appurare che uno dei fermati era sprovvisto di permesso di soggiorno ed inottemperante al decreto di espulsione.
Si è così proceduto al suo arresto per violazione della legge “Bossi-Fini” in materia di immigrazione ed alla denuncia a piede libero del conducente di una delle vetture per violazione delle norme in materia di materia di pirateria audiovisiva e contraffazione. Il terzo senegalese, dopo le consuete procedure di identificazione, è stato invece rilasciato.

Posted by on 11 febbraio 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento