Messina: la terra frana anche a Lipari, Protezione Civile al lavoro

MESSINA 15 Febbraio 2010 – I disagi per le forti piogge degli ultimi giorni non hanno risparmiato gli abitanti delle Isole Eolie. Frane a catena lungo la strada provinciale Quattropani-Acquacalda, a Lipari, dove un tratto di 500 metri si è staccato dal fianco di una montagna. Sono circa 20 le abitazioni che al momento non si possono raggiungere, 10 le famiglie bloccate. Al lavoro i tecnici della Protezione civile e gli operai della Provincia.
A San Fratello, invece, sono circa 2.000 le persone evacuate: sgomberati anche la chiesa e gli alloggi popolari. Il governatore Lombardo è a San Fratello per un sopralluogo e una riunione. “E’ un quadro in evoluzione, dobbiamo mettere insieme tutti i dati degli altri Comuni dei Nebrodi, per chiedere un’ ordinanza di Protezione civile”, dice. Il fronte della frana si sta allargando e si avvicina al centro abitato: nel 1922, questo piccolo paese alle pendici dei monti Nebrodi fu distrutto proprio da una frana. Emergenza maltempo anche a Sant’Angelo di Brolo (ME) dove 20 famiglie hanno dovuto lasciare casa.
Ed è emergenza anche in Calabria per i problemi causati da diversi giorni di pioggia. Colpite soprattutto le province di Cosenza, nel cui territorio si contano 180 frane, di Vibo Valentia e di Catanzaro. Decine di famiglie sono state costrette a lasciare le abitazioni. I danni sono ingenti e la circolazione è bloccata su diverse strade. Decine di migliaia di persone sono da ieri pomeriggio senz’acqua a Catanzaro e nelle sue vicinanze, dopo che la piena del fiume Alli, che scorre a monte del capoluogo, ha travolto un tratto di acquedotto che serve la città e molti centri della fascia ionica.

Posted by on 15 febbraio 2010. Filed under Ambiente, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento