Palermo: acque potabili siciliane aumenta la presenza sul territorio

PALERMO 17 febbraio 2010 – Malgrado la convenzione con l’Ato idrico preveda un massimo di dieci sportelli al pubblico, il gestore del servizio idrico integrato in provincia di Palermo, Acque Potabili Siciliane-gruppo Società Acque Potabili Torino, aumenta la propria presenza sul territorio e rafforza le strutture di assistenza per rispondere ancora meglio alle esigenze dei clienti e delle amministrazioni locali.
Con l’apertura lo scorso mese di gennaio a Corleone, sono saliti a 14 gli sportelli fissi (Bagheria, Bompietro, Caccamo, Carini, Cinisi, Corleone, Lascari, Lercara Friddi, Marineo, Misilmeri, Partinico, Piana degli Albanesi, Pollina, Termini Imerese) e sono diventati 8 gli sportelli itineranti a supporto dei cicli delle nuove bollettazioni nei 52 Comuni gestiti (Alimena, Campofiorito, Camporeale, Castronovo di Sicilia, Cerda, Godrano, Roccapalumba, Terrasini).
A breve si aprirà lo sportello a Cefalù, mentre a Termini Imerese e a Carini Aps aprirà sportelli in una propria sede (e non più presso il Municipio). Altri punti itineranti per assistenza e disbrigo pratiche saranno aperti ogni volta che sarà necessario, o per seguire l’emissione delle fatture o se richiesto dai sindaci per particolari esigenze.
E’ importante sapere che tutti gli sportelli sono collegati al sistema informatico di Aps e che l’utente, a prescindere dalla residenza, può svolgere ogni tipo di operazione presso qualunque degli sportelli aperti sul territorio.
Inoltre, Aps ha creato uno “sportello telefonico” che risponde al numero verde 800-103344, dove personale interno appositamente formato e collegato alle Aree operative riesce ad evadere fino a 500 chiamate al giorno per informazioni, segnalazione guasti, reclami, contratti e volture.

Posted by on 17 febbraio 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento