Tivoli: maxi sequestro di droga e due arresti

TIVOLI 20 Febbraio 2010 – Duro colpo dei Carabinieri della Compagnia di Tivoli al traffico di sostanze stupefacenti nella zona di Tivoli, Guidonia e della periferia Est della Capitale. Al termine di una complessa e mirata attività di indagine, i militari dell’Aliquota Operativa hanno tratto in arresto L.C. 57enne di Tivoli Terme e G.R., 49enne di Guidonia, entrambi pregiudicati, trovati in possesso di 7,5 Kg. di cocaina purissima pronta per la lavorazione, nonchè alcune migliaia di euro in contanti ritenuto provento dell’illecita attività.
L’arresto dei pregiudicati ed il rinvenimento dell’ingentissimo quantitativo di cocaina, che una volta immesso sul mercato avrebbe superato i 500.000 euro, giunge al termine di un’attività di indagine scaturita dai recenti arresti di spacciatori eseguiti dai Carabinieri tra Tivoli e Guidonia.
Tali episodi hanno portato i militari a sviluppare un’attività info-investigativa al fine di monitorare i meccanismi utilizzati dai trafficanti per introdurre gli ingenti quantitativi di cocaina nell’area tiburtina, sino a giungere, a seguito di diversi giorni di appiattamenti e pedinamenti, all’individuazione di un garage condominiale ubicato nella periferia est della Capitale, ove era occultato il notevolissimo quantitativo di cocaina, in attesa di essere venduta al dettaglio.
I 2 pregiudicati, già noti agli operanti, si muovevano in maniera guardinga ed accorta. Solo mediante i lunghi e costanti servizi di osservazione i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Tivoli sono riusciti ad individuare il condominio, sito nella periferia est della Capitale, attorno al quale ruotava l’intero traffico di cocaina della zona. I militari, una volta individuata la palazzina all’interno della quale aveva verosimilmente sede la base logistica del traffico di stupefacente, mediante analisi incrociate delle informazioni raccolte, sono riusciti a localizzare con certezza il garage, da dove hanno notato i 2 pregiudicati uscire con un sacco di plastica. A quel punto, i Carabinieri hanno fatto irruzione e, dopo una minuziosa ricerca, anche con l’ausilio delle unità cinofile, hanno notato una vite del condotto di areazione non perfettamente avvitata. Ciò ha insospettito i militari, i quali hanno smontato la griglia posta nella parte posteriore ed hanno trovato 12 confezioni di peso variabile tra 30grammi e 1,2 Kg., nonchè tutto il materiale atto al taglio, al confezionamento ed alla vendita della sostanza stupefacente.
La cocaina purissima, già pronta per lavorazione, avrebbe potuto rifornire i consumatori dell’intera area tiburtina per diversi mesi, portando nelle tasche dei trafficanti oltre 500.000 euro di ricavo.
L’operazione dei militari rappresenta un durissimo colpo per i trafficanti di cocaina, sostanza dall’alto tasso di pericolosità per i numerosi tossicodipendenti che ne fanno uso, talvolta in dosi letali. Era da tempo che i Carabinieri di Tivoli avevano individuato nel traffico di cocaina uno degli aspetti più gravi e temibili nel panorama della criminalità locale, a cui si ricollegano peraltro molteplici reati minori di carattere predatorio, spesso commessi da tossicodipendenti alla ricerca di denaro per l’acquisto della sostanza stupefacente, il cui prezzo al dettaglio può raggiungere anche i 50 euro al grammo.
I 2 pregiudicati, dopo il blitz dei Carabinieri, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Roma Regina Coeli, ove rimarranno a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per rispondere alle accuse di concorso in detenzione illecita di sostanza stupefacente in violazione dell’art. 73/1 D.P.R. 309/90, con l’aggravante dell’ingente quantità.
Le indagini, ancora in corso, sono finalizzate all’individuazione del canale di provenienza della sostanza.

Posted by on 21 febbraio 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento