Roma: maxi riciclaggio scoperto da Ros e Guardia di Finanza

ROMA 23 Febbraio 2010 – Un maxi riciclaggio di denaro sporco, per oltre due miliardi di euro, è stato scoperto dal Ros e dalla Guardia di Finanza: 56 le ordinanze di custodia cautelare, emesse dalla Dda di Roma, in località italiane ed estere. Alcuni arresti sono avvenuti negli Usa, in Inghilterra e in Lussemburgo. Nell’operazione “ci sono aspetti che dimostrano il coinvolgimento della criminalità organizzata” ha dichiarato il procuratore nazionale antimafia Grasso. Sono coinvolti alti funzionari di primarie società di telecomunicazioni, attraverso società di comodo, di diritto italiano, inglese, panamense, finlandese, luxemburghese e off-shore.
Mandato di cattura per Silvio Scaglia, ex amministratore delegato di Fastweb, ricercato dal Dda di Roma nell’ambito della maxi inchiesta.
Nell’ ambito della stessa inchiesta la magistratura di Roma ha emesso anche un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del senatore Nicola Di Girolamo (Pdl) per violazione della legge elettorale “con l’aggravante mafiosa”. La ‘Ndrangheta, tramite emissari in in Germania, avrebbe riempito le schede elettorali per l’elezione dei candidati al Senato votati dagli italiani all’estero, con il nome di Di Girolamo.

Posted by on 23 febbraio 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento