Roma: obbligavano connazionale a prostituirsi, arrestati romeni

MONTEROTONDO 07 Marzo 2010 – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato 2 cittadini romeni residenti a Roma, B.T.I. 23enne e D.V. di 29 anni per concorso in favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
I militari hanno appurato al termine di indagini, appostamenti e pedinamenti, che i due stranieri, con regolarità conducevano una loro connazionale di 20 anni a prostituirsi tra Capena e Castelnuovo di Porto, nei pressi della Struttura del Centro di Accoglienza per i Richiedenti Asilo. Proprio grazie all’intensificazione dei servizi di vigilanza garantiti dai militari dell’Arma all’esterno del C.A.R.A., i due romeni sono stati notati proprio quando al mattino accompagnavano la ragazza sulla via Traversa del Grillo e a tarda sera tornavano per prelevarla dalla strada e condurla presso la loro abitazione romana dove era costretta a dormire su di un materasso adagiato sul pavimento. Gli stranieri avevano fatto arrivare la ragazza dal loro paese con la classica garanzia di procurarle un lavoro onesto, ma già dopo pochi giorni dal suo arrivo era stata costretta a prostituirsi in strada dai suoi due connazionali. La romena è stata affidata ad una casa di accoglienza mentre i due arrestati sono stati tradotti presso il carcere di Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

Posted by on 8 marzo 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento