Caserta: LittleBlackDress, un successo casertano in cattedra

CASERTA 14 Marzo 2010 – Il giorno 18 Marzo 2010 nell’aula N presso l’Università degli Studi del Molise – Facoltà di Economia in Via De Sanctis, a Campobasso – si terrà un seminario dedicato agli studenti del corso di laurea triennale di Scienze della Comunicazione e a tutti gli appassionati di marketing in cui verrà analizzato il marchio nonché concept store casertano LittleBlackDress.
Organizzato dalla Dott.ssa Francesca Di Virgilio – docente di organizzazione aziendale presso il Dipartimento di Scienze Economiche Gestionali e Sociali dell’Università degli Studi del Molise – il seminario ha l’obiettivo di illustrare in che modo le aziende possono creare valore ricorrendo ad una leva fondamentale che è quella della comunicazione. Comunicare, dunque, la propria immagine e i propri valori, ma soprattutto interagire con i possibili acquirenti mirando a strategie di marketing alternative, ovvero quelle del marketing polisensuale. Quest’ultimo è mirato alla stimolazione dei principali organi sensoriali per creare una vera e propria esperienza di shopping. Nel caso dei punti vendita ogni angolo deve trasmettere l’essenza del brand, dagli odori ai colori. Il punto vendita diventa allora un palcoscenico dove i protagonisti sono proprio i consumatori, i quali vengono coinvolti in svariati eventi e ai quali vengono rivolti molteplici servizi in grado di stimolarli al fine di garantire un’offerta personalizzata. In occasione del seminario, l’argomento in questione, verrà discusso dalla Prof.ssa Francesca Di Virgilio e dalla Dott.ssa Roberta Santamaria, traendo spunto dalla sua tesi di laurea, tramite l’illustrazione di un caso pratico. Il caso aziendale, preso in considerazione, è per l’appunto quello di LittleBlackDress , concept store situato nel centro di Caserta. Un vero e proprio “punto di creatività” dove alla clientela vengono offerti una gamma di servizi ed eventi, ideati dalla titolare Alessia Caliendo con la collaborazione di altre figure chiave nell’ambito della moda e dell’arte, al fine di creare un’emozione di shopping, ma anche e soprattutto una nuova modalità di interazione.

Posted by on 14 marzo 2010. Filed under Agenda, News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento