Herat: catturato capo talebano, soddisfazione ministro La Russa

HERAT 19 Marzo 2010 – Una importante operazione congiunta del contingente militare italiano assieme alle forze afghane e dell’Isaf è stata condotta lo scorso mercoledì nella regione della Valle di Zeerko nel distretto di Shindand, in provincia di Herat. L’operazione ha portato alla cattura di un importante esponente talebano ed al ritrovamento di armi e munizioni, e non ha visto vittime tra i civili.

Sono stati sequestrati cinque unità di TNT, cinque mortai 60 millimetri, due anti-colpi d’artiglieria pesante aeromobili, una cintura esplosiva, quattro granate, una mina anticarro, 11 bombe a mano, due pression-plate dispositivi di attivazione, 31 fusibili e oltre 3.000 cicli di piccole armi munizioni.

Il materiale ritrovato è stato successivamente prelevato e distrutto sul posto dagli specialisti dei team anti esplosivi I.E.D.D. (Improvised Esplosive Devices Disposal).

Dopo l’operazione, il comandante della Task Force Center, Col. Francesco Maria Ceravolo, ha condotto una riunione con i rappresentanti principali dei villaggi circostanti per coinvolgere le comunità locali, mostrare loro il successo dell’operazione, e costruire un consenso contro gli eventuali elementi ostili.

Il Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha espresso piena soddisfazione per l’operazione condotta dai militari italiani in Afghanistan.

Posted by on 20 marzo 2010. Filed under Esteri, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento