Kosovo: cooperazione italiana, la “Festa del Sorriso” fa il bis

Kosovo: cooperazione italiana, la BELO POLJE 25 Marzo 2010 – Dopo il loro primo gesto di solidarietà, che li ha visti impegnati dal 13 al 18 gennaio anche nell’incontrare i vari sindaci locali per raccogliere le esigenze di tutte le municipalità del Kosovo occidentale, area in cui opera il Multinational Battle Group West a guida italiana, il dottor Giuseppe Alabastro ed il suo staff sono tornati ad operare a favore delle istituzioni e della popolazione del Kosovo.

Infatti, la NGO italiana “Centro Ricerche e Studi Protezione e Difesa Civile” del Comitato “Festa del Sorriso” di Casacalenda (CB), insieme alla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) italiana in Kosovo, ha condotto diverse attività negli ultimi giorni.

In particolare, il 18 marzo sono stati donati 10 kit completi anti-infortunistica alla municipalità di Klina. Il 19 marzo ad Istok, è stato donato un ecografo (valore circa 300.000 €) presso l’ospedale locale della municipalità. Lo stesso giorno, su suggerimento del Dottor Giuseppe Alabastro, il primario del reparto di ginecologia dell’ospedale di Istok/Istog, ha promosso una giornata gratuita di prevenzione per la donna, offrendo tale disponibilità a tutte le donne. Successivamente il 20 marzo presso l’ospedale della municipalità di Decane è stato donato un elettrocardiografo computerizzato portatile. Inoltre, dal 18 al 24 marzo sono stati donati ancora svariati capi di vestiario nuovi e diverso materiale di cancelleria alla popolazione ed alle scuole delle municipalità di Pec/Peja, Klina, Giacova e Decane.

Non solo donazioni, ma anche attività educative e di prevenzione. Infatti, grazie agli eccellenti rapporti del CIMIC italiano con le amministrazioni locali e le istituzioni in Kosovo, dal 19 al 23 marzo la NGO ha potuto offrire oltre 50 visite pediatriche nelle municipalità di Pec/Peja, Istok/Istog e Klina, nonché un programma di lezioni in lingua albanese e serba sull’educazione ambientale nelle scuole di Klina, Pec/Peja e Goradzevac.

La amministrazioni locali, gli ospedali, le scuole e tutta la popolazione hanno espresso grande gratitudine per le donazioni ricevute, in quanto hanno incontrato bisogni specifici riscontrati durante la precedente visita della NGO. Il successo maggiore è stato conseguito grazie alle attività di prevenzione ed educazione, attraverso cui il CIMIC italiano ha creato occasioni per sviluppare opportunità di incontro e di dialogo tra le diverse etnie della regione, mentre il comitato “Festa del Sorriso” ha creato un ponte tra le istituzioni locali e la provincia di Campobasso.

Posted by on 26 marzo 2010. Filed under Copertina, Esteri. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento