Napoli: operazione “Nemesi”, duro colpo ai casalesi

NAPOLI 08 Aprile 2010 – La Direzione investigativa antimafia di Napoli e i Carabinieri di Caserta hanno eseguito un decreto di sequestro di beni, per un valore complessivo di 700 milioni di euro, nei confronti di esponenti del clan camorristico dei Casalesi. L’operazione, denominata “Nemesi”, riguarda società immobiliari e agricole, beni strumentali e centinaia di immobili e terreni agricoli. Sotto sequestro anche l’azienda agricola Balzana ex Cirio di Caserta, acquistata dai vertici dei Casalesi (Schiavone, De Falco, Bidognetti) negli anni ’90, costringendo alla rinuncia i possibili acquirenti della tenuta agricola ex Cirio.

”La brillante operazione che ha condotto al sequestro di beni di ingentissimo valore riferibili a clan camorristici rappresenta segno tangibile dell’impegno e della professionalità con la quale magistratura e forze di polizia stanno conducendo l’attività di contrasto alle organizzazioni mafiose,utilizzando al meglio le opportunità offerte da recenti e incisive misure normative”. Così il presidente Napolitano, che aggiunge: “L’impegno di tutti condurrà a ulteriori successi nella lotta alla criminalità più agguerrita, rafforzando nei cittadini la fiducia nelle istituzioni”.

Posted by on 8 aprile 2010. Filed under Antimafia, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento