Roma: droga saldata in bocca, arrestato dalla Polizia

ROMA 10 Aprile 2010 – Numerose segnalazioni avevano indicato alla Polizia un giovane straniero che, approfittando del via vai del mercato rionale di via Mamiani e quello della metropolitana di piazza Vittorio Emanuele II, era solito incontrare i tossicodipendenti della zona rifornendoli di sostanze stupefacenti.

Gli Agenti della Polizia di stato del Commissariato Esquilino hanno pertanto effettuato dei servizi di appostamento che hanno confermato le segnalazioni ricevute: un giovane extracomunitario, poi identificato per S.D., di 20 anni, originario del Gambia, è stato sorpreso a cedere dosi di stupefacente ad alcuni giovani, nei pressi dei portici tra via Mamiani e via Ricasoli.

Una volta bloccato, il ventenne ha tentato di ingoiare qualcosa ma, per non rimanere soffocato, ha sputato in terra un involucro di cellophane.

Per controllare che non avesse ingerito altri involucri, il ragazzo è stato condotto presso l’ospedale San Giovanni dove i medici, tra la sua guancia e la gengiva, hanno trovato ben otto pacchetti di cellophane termosaldati, contenenti circa 6 grammi di eroina.

Lo spacciatore pertanto è stato portato negli uffici del Commissariato Esquilino e dopo gli ulteriori accertamenti sulla sua identità è stato arrestato.

Posted by on 11 aprile 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento