Roma: nube vulcano, riaprono gli aeroporti italiani

ROMA 18 Aprile 2010 – Lo spazio aereo italiano riaprirà domani lunedì 19 aprile alle sette della mattina. Lo ha deciso l’Enac, sulla base del Bollettino “Met Office – Volcanic Ash Advisory Centres”, secondo cui, sullo stato della nube vulcanica islandese, risulta confermato il miglioramento della situazione sull’area del Nord Italia.
“Si lavora a soluzioni concrete per aprire progressivamente lo spazio aereo europeo”. Lo ha detto il sottosegretario per gli affari europei Lopez Garrido”. “Domani – ha aggiunto – metà dei voli sarà operativa perchè la nube si sta muovendo verso nord-est”. Le principali associazioni degli aeroporti e delle compagnie aeree avevano già chiesto che, alla luce dei test positivi effettuati con velivoli cargo, venissero rivalutate le restrizioni che hanno imposto la chiusura di gran parte dello spazio aereo continentale.

La riunione sul mutamento del clima in programma ieri e oggi a Washington con la partecipazione di 17 Paesi e istituzioni si terrà ugualmente, nonostante numerosi ministri europei siano rimasti bloccati dalla nube vulcanica. L’incontro è stato organizzato dagli Usa e mira a fare il punto sulla situazione dopo il summit di Copenaghen. I Paesi che hanno visto i loro ministri bloccati dalla nube (questo vale in particolare per i Paesi europei) saranno rappresentati dai loro ambasciatori. Per l’Italia c’è il ministro Prestigiacomo.

Posted by on 18 aprile 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento