Roma: dalla Russia per clonare carte di credito, arrestati in tre

ROMA 18 Aprile 2010 – Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato tre cittadini russi, due giovani di 23 e 28 anni e una ragazza di 21 che dovranno rispondere di clonazione e utilizzo fraudolento di carte di credito in concorso. I tre, che erano alloggiati presso un albergo della Capitale e che solo da qualche giorno erano giunti dalla Russia , sono stati notati dai militari allontanarsi rapidamente bordo di un’auto con targa straniera dalle vicinanze di uno sportello bancomat di un istituto di credito ubicato in via Beata Vergine del Carmelo, zona Torrino. I Carabinieri, insospettiti da tale atteggiamento, hanno immediatamente intimato l’alt all’auto e controllato gli occupanti. Durante la perquisizione dell’abitacolo i militari hanno trovato uno strumento elettronico collegato ad una batteria e due tastiere, identiche a quelle degli sportelli bancomat, utilizzate dai tre per la captazione dei codici segreti. L’ulteriore perquisizione, estesa alla camera d’albergo che i fermati avevano affittato in via Vico Vigano’, a Tor bella Monaca, ha consentito di rinvenire e sequestrare ulteriore materiale per la clonazione delle carte: 17 lamiere sagomate complete di tastiere e circuito elettrico, 1 “skimmer”, 8 microchip, 9 fessure riproducenti quelle per l’introduzione delle tessere, 24 carte magnetiche. Sono stati rinvenuti inoltre 12 telefoni cellulari, 15 “sim card”, una macchina fotografica digitale ed una ricevuta di versamento di 12.000 euro.
Tutto il materiale rinvenuto, compresa l’autovettura a bordo della quale viaggiavano i tre sono stati sequestrati, mentre gli arrestati si trovano presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Posted by on 19 aprile 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento