Roma: duro colpo alla criminalità cinese della capitale

ROMA 20 Aprile 2010 – La Squadra Mobile in collaborazione con l’Ufficio Immigrazione e la Divisione Amministrativa della Questura di Roma ha chiuso il club “Diamante”, considerato il circolo notturno della capitale più esclusivo, frequentato e gestito dalla criminalità cinese.
Il Night Club, mimetizzato perfettamente all’interno di un fabbricato posto tra vari capannoni industriali nella zona del Casilino, ospitava 15 prostitute, tutte di nazionalità cinese, così come gli avventori sorpresi nelle varie sale del locale al momento dell’irruzione dei poliziotti.
La Squadra mobile ha arrestato il gestore ed una sua dipendente, sorpresi con 90 grammi di una nuova sostanza stupefacente di origine asiatica chiamata “K-Fen”. Gli agenti di polizia hanno sequestrato anche numerose bustine contenenti la stessa sostanza negli indumenti di alcuni clienti e nascoste in alcuni punti del locale, oltre a numerose dosi di hashish, marijuana,bilancini di precisione e svariate pasticche di exstasy.
L’esercizio, privo di qualsiasi autorizzazione e licenza è stato sottoposto a sequestro preventivo.

Posted by on 20 aprile 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento