Siracusa: al via lo sportello antistalking

di Antonella Serafini

SIRACUSA 11 Luglio 2010 – Martedì 13 luglio alle ore 11,00 presso la propria sede operativa (Presidio Asp – ex-onp – Traversa La Pizzuta – reparto materno-infantile) la Rete Centri antiviolenza di Raffaella Mauceri presenta lo Sportello Antistalking.
“Non si tratta di uno sportello virtuale come quei tanti più o meno sedicenti sportelli che circolano sui face book per iniziativa di persone spesso sprovvedute, incompetenti a senza un’organizzazione alle spalle in grado di dar seguito ad un soccorso concreto e immediato delle vittime – spiega Raffaella Mauceri – al contrario, lo sportello della Rete già Le Nereidi è un servizio concreto che dà risposta immediata alle donne vittime di stalking e in pericolo di vita. Una risposta che si concretizza in un’assistenza multidisciplinare e un rifugio tempestivo e sicuro”.

Com’’è noto, la Rete già Le Nereidi è fondatrice e capofila del C.D.S. (Coordinamento Donne Siciliane contro la violenza) un’organizzazione capillarmente presente nel territorio regionale (56 presidi nell’isola) grazie alla quale, le volontarie della Rete siracusana sono in grado di mettere al sicuro una vittima di stalking in tempo reale.

Lo sportello siracusano infatti è stato materialmente collaudato con successo lo scorso 2 luglio, mettendo in salvo un intero nucleo familiare di madre e figli minori a rischio di massacro, con un rifugio eseguito in diretta collaborazione con il magistrale intervento dei CC, nel tempo-record di 4 ore.

Lo sportello antistalking della Rete già Le Nereidi sarà il primo di una catena di analoghi sportelli antistalking che la Rete intende attivare in tutta la Sicilia.

A breve, infatti, partirà quello di Catania (sito pressi CC) gestito da 5 avvocate volontarie della nostra Rete e, a seguire, quello di Palermo dove si sta organizzando un gruppo multidisciplinare protocollato con la Rete e quindi aggregato al C.D.S., e poi via via per tutta l’’Isola.

Posted by on 11 luglio 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento