Afghanistan: uccisi due militari italiani

HERAT 28 Luglio 2010 – Uccisi due militari italiani: sono il primo maresciallo Mauro Gigli, di 41 anni, ed il caporal maggiore capo Pierdavide De Cillis, di anni 33. Erano entrambi due specialisti del Genio che stavano disinnescando un ordigno ad Herat e facevano parte di un team Iedd (Improvised Explosive Device Disposal), specializzato nella rimozione di ordigni esplosivi improvvisati, intervenuto intorno alle 20 locali per il disinnesco di una bomba rudimentale segnalata dalla polizia afgana.

Dopo aver verificato la presenza dell’ordigno, informa il comando italiano, i due militari hanno proceduto con successo alla sua neutralizzazione. Ma, mentre perlustravano la zona circostante per accertare l’eventuale presenza di altri ordigni, i due sono stati investiti da una forte esplosione che ne ha causato la morte.

La Camera ed il Senato hanno osservato un minuto di raccoglimento e manifestato “il più vivo cordoglio” per le vittime.

Il Ministro della Difesa Ignazio La Russa, appresa la notizia del decesso di due militari italiani in Afghanistan, avvenuto nel corso delle operazioni di disinnesco di un ordigno vicino alla città di Herat, ha espresso sentimenti di profondo cordoglio e sentita personale partecipazione al gravissimo lutto che ha colpito le famiglie dei Caduti e l’Esercito tutto.

Posted by on 28 luglio 2010. Filed under Esteri, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento