Rosolini: cerimonia istituzionale per gli studenti “centisti”

Studenti ROSOLINI 31 Agosto 2010 – Con una sobria cerimonia istituzionale, il Sindaco Antonino Savarino e gli amministratori comunali, hanno ricevuto stamani a Palazzo di Città, gli studenti centisti degli istituti superiori cittadini. Sedici in tutto, alcuni dei quali non presenti per impegni vari, che hanno ottenuto il massimo dei voti. Quatttordici gli studenti del Liceo Scientifico (Giuseppina Gianì, Evita Sipione, Pietro Trombatore e Alessia Salemi con 100 e lode; Giuseppe Gennaro, Cristina Micieli, Claudia Lauretta, Mariapina Papa, Alberto Buscema, Valentina Gennaro, Giuseppina Micieli, Federica Palmeri, Alessia Amato), uno solamente dell’ Istituto Tecnico Industriale (El Fathi Anas) e due dell’ Istituto Alberghiero (Emanuela Di Stefano e Federica Sarta). Tra strette di mano e sorrisi, ciascuno ha ricevuto dalle mani del Sindaco un attestato simbolico di riconoscimento a ricordo, del risultato coseguito. “Un giusto riconoscimento – ha sottolineato il Sindaco – per voi giovani che vi siete distinti agli ultimi esami di maturità. L’avere ottenuto il massimo dei voti rappresenta sicuramente un ambito traguardo che corona i sacrifici di un quinquennio di studi. I voti riportati parlano di impegno, serietà, conoscenze e competenza. Questo è un riconoscimento significativo di cui potete essere fieri ed allo stesso tempo un incoraggiamento per affrontare le difficoltà che verranno e per trovare la strada più confacente alla vostra identità, preparazione e cultura. Vi auguro dunque – ha proseguito Savarino – che i vostri sogni possano trasformarsi in splendide affermazioni e nell’auspicio soprattutto che la professionalità ed i vostri talenti possano spendersi in favore della collettività, con la consapevolezza che la nostra società un giorno, potrà contare su persone in grado di proiettarla verso un tempo, fatto di sviluppo e innovazione per il territorio”.

Posted by on 31 agosto 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento