Roma: prende a calci la moglie, arrestato dai carabinieri

ROMA 31 Agosto 2010 – Un feroce raptus di violenza è costato l’arresto ad un romano di 31 anni, incensurato, autista di professione. L’uomo, la scorsa sera, dopo aver acceso una lite animata con la moglie 29enne nella loro abitazione di via San Vittorino, ha dato in escandescenze colpendo la ragazza a calci, uno dei quali l’ha raggiunta all’altezza della milza. L’aggressione è avvenuta di fronte al figlio più piccolo della coppia, di soli 7 mesi. L’altro figlio, di 12 anni, in quel momento era nella sua stanza a giocare con una cuginetta. I vicini di casa, sentendo le urla dell’uomo, hanno contattato i Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata che sono immediatamente intervenuti sul posto. La donna è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale di Tor Vergata dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per l’asportazione della milza. La 29enne si trova tuttora ricoverata in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Il 31enne è stato arrestato con l’accusa di lesioni personali gravissime e tradotto nel carcere di Regina Coeli, in attesa di rispondere alle domande dell’Autorità Giudiziaria.

Posted by on 1 settembre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento