Afghanistan: chiuse le operazioni di voto, lutto per il para’ ucciso

HERAT 18 Settembre 2010 – E’ aperta a Herat la camera ardente per Alessandro Romani, il tenente dei parà ucciso ieri in uno scontro con i ribelli in Afghanistan. A rendergli omaggio, centinaia di commilitoni. La salma arriverà domani in Italia, all’aeroporto militare di Ciampino. I funerali lunedì pomeriggio a Roma. Il tenente era stato colpito nella zona di Farah, mentre si avvicinava al covo di 4 insorti che avevano piazzato una bomba lungo la strada, con il proposito di arrestarli. Stazionarie le condizioni del commilitone ferito. Sulla morte di Romani la Procura di Roma ha aperto un’inchiesta.
Intanto la Commissione elettorale afghana ha dichiarato ufficialmente concluse le operazioni di voto per le elezioni politiche, che si sono svolte oggi. Chiusura in ritardo solo per i seggi in cui c’erano ancora file di elettori in attesa. Soddisfazione per l’andamento del voto è stata espressa dal governo.

Posted by on 18 settembre 2010. Filed under Esteri, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento