Roma: operazione grande capo, sfruttavano ragazze dalla Romania, sgominata banda

ROMA 08 Ottobre 2010 – Dalle prime ore dell’alba è in corso una maxi operazione contro lo sfruttamento della prostituzione di giovani ragazze rumene, coordinata dalla Procura della repubblica di Roma. Sono 8 le misure cautelari disposte dal Tribunale di Roma nei confronti di cittadini rumeni ritenuti responsabili di aver costituito un’associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. Tra gli arrestati anche una donna, la moglie del capo dell’organizzazione, temuta e rispettata dalle ragazze sfruttate. Tutte rumene le vittime tra cui due minorenni.
Le indagini della Squadra Mobile e della Polizia Municipale hanno consentito di sgominare un’organizzazione criminale che controllava la prostituzione di giovani rumene sulla via Laurentina e sulla via Ardeatina a Roma.
Si consideravano proprietari di quelle vie ed imponevano “un pizzo” alle donne di altre organizzazioni che si volevano prostituire su quegli stessi tratti di strada.
Trattate come schiave le donne erano costrette a dimostrare di aver guadagnato almeno 500 euro per poter prendere una pausa di dieci minuti e poter mangiare.
Smascherato anche un giro di reclutamento di donne da far venire in Italia per destinarle alla prostituzione.

Posted by on 8 ottobre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento