De Mistura a Roma: Afghanistan non sarà nuovo Vietnam

ROMA 17 Ottobre 2010 – “Siamo una coalizione di 46 Paesi impegnati non a vincere i talebani ma a negoziare con il governo di Kabul. L’Afghanistan non sarà mai il Vietnam”. Lo ha detto il rappresentante Onu, Steffan De Mistura, a Roma per i lavori preparatori alla conferenza di Lisbona. “Dal prossimo luglio – aggiunge- inizia il disimpegno militare. E’ una fase delicata perché i talebani vorranno dimostrare con atti eclatanti che l’offerta negoziale non li interessa. I rischi di attentati e vittime aumentano”.
Intanto nella giornata di ieri, a Milano, il generale Petraeus ha incontrando il ministro La Russa ha ribadito che “la missione Isaf supporta i tentativi di dialogo tra il presidente afghano Karzai e i talebani e che gli estremisti devono rispettare le condizioni imposte da Karzai di deporre le armi, cessare le violenze, rompere i legami con Al Qaeda e con il terrorismo internazionale e accettare la Costituzione afghana”.
Il Generale David Petraeus Comandante delle Forze Internazionali in Afghanistan, in visita ufficiale in Italia, durante il meeting con il Ministro della Difesa Ignazio La Russa a cui era presente il Generale Vincenzo Camporini Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha tra l’altro ringraziato il Ministro per l’importante impegno italiano nella regione ovest del teatro afghano e per la qualità degli istruttori militari italiani, ribadendo l’apprezzamento per l’operato degli italiani.
La Russa ha confermato che dal 2011 il nostro contingente comincerà a ridursi.

Posted by on 17 ottobre 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento