Cooperazione italiana in prima linea: inaugurato corso per giovani diplomatici afghani

ROMA 19 Ottobre 2010 – E’ stato inaugurato oggi alla Farnesina il primo corso per giovani diplomatici afghani in Italia, finanziato dalla Cooperazione italiana e realizzato in collaborazione con la Scuola Superiore per la Pubblica amministrazione e l’Ambasciata americana a Roma. Un corso che, ha spiegato il ministro degli Esteri Frattini, “dimostra la volontà dell’Italia di essere un attore principale nel campo della formazione, non solo della polizia come già facciamo, ma anche di altre categorie di personale civile nell’Afghanistan”.
“L’Italia è stato uno dei primi Paesi ad aiutarci, non solo oggi ma anche in passato, in momenti cruciali della nostra storia – ha ricordato il ministro afghano Zalmay Rassoul – e il popolo e il governo afghani non dimenticheranno il sacrificio dei vostri uomini e donne per proteggere la nostra sicurezza. Oggi è un altro grande giorno nelle nostre relazioni bilaterali”, ha concluso ringraziando Frattini ma anche l’ambasciatore americano in Italia David Thorne. “Sin dall’inizio – ha affermato Thorne – l’Italia è stata uno dei maggiori pilastri per la formazione e lo sviluppo in Afghanistan. Questo corso per diplomatici è un altro esempio dell’impegno dell’Italia per costruire un Afghanistan democratico” che vogliamo diventi “un ponte di pace tra Oriente e Occidente”.
Il progetto, che parte oggi e si concluderà il 15 dicembre, è rivolto a 18 giovani diplomatici e si articola in lezioni in aula e visite di studio a Roma, Caserta e Firenze, per un totale di 262 ore in 8 settimane.

Posted by on 19 ottobre 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento