Catania: marchi contraffatti, fiamme gialle denunciano un cittadino cinese

CATANIA 20 Ottobre 2010 – I militari del I° Nucleo operativo del Gruppo della Guardia di finanza di Catania, coordinati dal Comandante provinciale Colonnello Francesco Gazzani, hanno individuato, in pieno centro storico del capoluogo etneo, un esercizio commerciale con annesso deposito, gestito da un cinese con regolare permesso di soggiorno.
Esposti in appositi banconi e contenuti all’interno di grandi scatole di cartone: jeans, maglie e magliette, completini, giubotti, pantaloni e pantaloncini, tute, felpe, camicie e accessori vari per l’abbigliamento abilmente riprodotti recanti le firme della moda più richiesta dai clienti.
Le “griffe” riprodotte sono: Monella Vagabonda, Picchiarello, Lola Bunny, Betty Boop. Yonk46, Hannah Montana.
In totale sono stati sequestrati circa trentamila pezzi per un valore commerciale di oltre mezzo milione di euro.
Il soggetto, di anni 41, è stato denunciato a piede libero alla locale Procura della Repubblica e dovrà rispondere dei reati di falso e ricettazione.
L’azione di contrasto svolta dalla Guardia di Finanza contro tali illecite attività che arrecano un ingente danno all’erario, oltre che all’economia nazionale ed europea, continua sempre intensa. La Guardia di Finanza da tempo è impegnata oltre che nella repressione, anche nell’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica su un tema di stretta attualità, come quello della contraffazione dei marchi di fabbrica.

Posted by on 20 ottobre 2010. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento