Blitz del Gruppo Intervento Speciale dei Carabinieri cattura capomafia Gerlandino Messina: era uno dei 30 latitanti piu’ pericolosi

AGRIGENTO 23 Ottobre 2010 – Arrestato dai carabinieri a Favara (Agrigento) il boss Gerlandino Messina, tra i 30 latitanti più pericolosi. Il boss e’ stato catturato dagli uomini del G.I.S. Carabinieri (Gruppo di Intervento Speciale) in una palazzina a due piani, in una zona di campagna a Favara. Gerlandino Messina aveva due pistole, con lui c’era un’altra persona. Il blitz dei carabinieri e’ stato fulmineo, il capomafia non ha avuto il tempo di reagire. Messina, 38 anni, considerato il numero uno della mafia agrigentina, era ricercato dal 1999 per associazione di tipo mafioso e diversi omicidi. E’ ritenuto uno spietato killer. “Un colpo mortale per la mafia agrigentina. Si stringe il cerchio attorno a Matteo Messina Denaro”, dice il ministro Maroni.

Posted by on 23 ottobre 2010. Filed under Antimafia, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento