Messaggio del Ministro della Difesa, Ignazio La Russa, in occasione della giornata dedicata ai defunti

ROMA 01 Novembre 2010 – Nella giornata dedicata alla commemorazione dei defunti, la grande famiglia delle Forze Armate rivolge un commosso pensiero ai militari e alle loro famiglie in ricordo dei Caduti.

Li ricordiamo tutti, centinaia di migliaia, senza eccezioni e senza distinzioni di grado, d’epoca, di gesta, morti in tempo di guerra e di pace.

In questa occasione rinnoviamo i nostri comuni sentimenti di riconoscenza per coloro che sono stati chiamati a servire la Patria e che non hanno esitato a sacrificarsi per consegnarci l’Italia che oggi conosciamo.

Nel ricordarli, additiamo il loro esempio di fedeltà al dovere e amor di Patria come riferimento ideale per tutti i soldati che oggi servono il nostro Paese in armi.

Un Paese che ha un profondo e duraturo legame di gratitudine verso il mondo militare e verso i valori che da esso promanano e che riconosce nelle Forze Armate un sicuro presidio di libertà e sicurezza e una garanzia per le istituzioni democratiche.

L’orgoglio dell’identità nazionale, l’importanza della difesa, della sicurezza e della libertà, l’idea stessa di Patria sono principi pienamente condivisi la cui continuità alimenta la nostra storia.

Il nostro dovere, quindi, è non smarrire il significato della storia passata e recente, le gesta dei nostri Caduti e l’ispirazione che guidò i loro passi.

Oggi ci apprestiamo a celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia grazie a uomini coraggiosi che hanno combattuto per difendere la nostra identità nazionale, faticosamente costruita durante il Risorgimento.

Perenne riconoscenza tributiamo anche a tutti i militari delle nostre Forze Armate caduti nell’adempimento del dovere in terre lontane per portare la pace e per sostenere la cooperazione tra i popoli e ci stringiamo con affetto a tutti i famigliari dei nostri ragazzi che hanno perso la vita nelle missioni di pace, caduti per garantire la sicurezza di tutti noi.

Il nostro omaggio è atto doveroso e giusto.

Arrestare i frenetici ritmi di questi tempi, sostare di fronte ai nomi dei nostri Caduti e volgere loro il nostro pensiero riconoscente per confermare alla grande famiglia militare che il sacrificio dei nostri figli che hanno donato la vita per la Patria non sarà mai dimenticato.

Posted by on 1 novembre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento