Creativita’ e legalita’ per il decimo compleanno del Progetto Icaro

di Antonella Serafini


ROMA 24 Novembre 2010 – Si è svolta questa mattina la premiazione del Progetto Icaro, un progetto che è già al suo decimo compleanno e che ha interessato 156 città italiane coinvolgendo circa 90000 studenti. Il progetto (che fa parte di un’esperienza pilota che include altri 13 paesi dell’Unione Europea) è finalizzato ad approfondire il tema della sicurezza nelle strade. Il progetto quindi è frutto della fusione tra Polizia di Stato, Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, Dipartimento di Psicologia dell’università La Sapienza, con la collaborazione del Moige (Movimento Italiano Genitori). Ottocento ragazzi oggi erano quindi riuniti questa mattina all’auditorium Parco della Musica per dare spazio alla creatività per la realizzazione di uno spot, una vignetta o un’esibizione musicale. La premiazione è stata ardua, per l’evidente spirito spumeggiante che caratterizza i ragazzi della fascia di età delle scuole medie inferiori e superiori, in grado ormai di urlare il loro parere in una qualsivoglia forma artistica. Presente anche il Capo della Polizia Prefetto Antonio Manganelli, l’evento è stato presentato dal noto conduttore televisivo Massimo Giletti. Molto partecipativi anche gli insegnanti, che hanno saputo offrire un valido supporto ai ragazzi che poi sono stati premiati. Creativita' e legalita' per il decimo compleanno del Progetto Icaro L’esibizione del gruppo di bambini “le matite colorate” che cantavano una canzone appositamente scritta sul tema “sicurezza nelle strade” ha ulteriormente rinfrescato il clima. A consegnare i premi anche la giornalista Paola Saluzzi, il campione azzurro Andrea Lucchetta e il grande Mogol. Il collante di tutto era l’idea sempre ferma di far capire ai ragazzi – con il linguaggio efficace della musica, del teatro e delle immagini – che l’incidente stradale non è frutto della cattiva sorte e che il rispetto delle regole sulla strada è fondamentale per tutelare la vita e la sana voglia di divertimento. Il primo premio per le scuole medie, è andato all’istituto comprensivo di Oppeano (Verona), con lo spot “educazione stradale… in corridoio”, realizzato dagli alunni Michele Bonfanti, Nicola Danzi, Suad Garipi, Thomas Febricci, della classe 2^ A. Il primo premio invece per la categoria scuole superiori è andato all’Istituto Tecnico “M.bellisario” di Ginosa (Taranto) con lo spot “Gli Scacchi”, realizzato dagli studenti Nikolas Donno, Damiano Tratta, Saverio Costantino, Michelangelo Calabria della classe 4^H. Il dato confortante di tutto questo progetto di sensibilizzazione, è stato il risultato delle statistiche degli incidenti, che se in media è sceso del 17% negli ultimi tre anni, è vero anche nella fascia di età da 0 a 29 anni, la percentuale si alza fino al 30%, segno evidente che campagne promozionali come quelle condotte anche dal progetto Icaro, in qualche modo hanno aiutato ad usare la testa, e non solo l’automobile.

Posted by on 25 novembre 2010. Filed under Magazine, Multimedia, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento