Roma: incontro tra questura e associazioni di categoria, i primi bilanci del partenariato

POLIZIA ESTERA VISITA QUESTURA ROMA 26 Novembre 2010 – Ancora un altro incontro tra la Questura e i rappresentanti delle Associazioni di Categoria all’insegna della politica del partenariato si è tenuto ieri mattina nella sede di via San Vitale 15.
L’incontro ha rappresentato un ulteriore momento di confronto per fare il punto sui risultati conseguiti a distanza dei primi mesi dal rilancio della politica della gestione della sicurezza condivisa con le componenti sane del tessuto socio-economico ed istituzionale.
In particolare alla presenza dei rappresentanti del mondo dell’associazionismo culturale, oltre che degli operatori economici, è stato sottolineato il significativo impegno della Questura sulle periferie grazie ad un lavoro integrato tra Commissariati e Uffici Centrali.
Nel corso della riunione i rappresentanti delle categorie economiche, ai quali è stato illustrato il significativo aumento del numero di denunce e di arresti per i reati di microcriminalità diffusa nonché il sensibile aumento delle misure di prevenzione nei confronti di soggetti ritenuti socialmente pericolosi, hanno rivolto un particolare apprezzamento per la regolamentazione della somministrazione assistita di alcoolici voluta dalla Questura, d’intesa con la Prefettura, in occasione della partita di Champions – League tenutasi lo scorso martedì.
In particolare, il regime sperimentale adottato come sottolineato dal Questore e dagli stessi rappresentanti delle categorie economiche ha consentito di coinvolgere ulteriormente i gestori degli esercizi pubblici come protagonisti attivi del sistema sicurezza in occasione dell’evento.
Limitando il divieto alla sola vendita per asporto è stata infatti consentita la somministrazione delle bevande alcooliche all’interno dei singoli locali, i cui addetti di sala hanno assicurato un controllo indiretto prevenendo l’abuso di bevande alcooliche e i possibili rischi legati all’ubriachezza.
In questo modo il partenariato tra istituzioni e operatori di settore ha consentito dunque di bilanciare l’esigenza della sicurezza dell’evento con quelle delle tradizioni legate alla cultura del bere dei tifosi ospiti, senza trascurare l’economia cittadina.
All’incontro ha partecipato anche una delegazione di 20 rappresentanti di Polizie estere provenienti dal Regno Unito, Olanda e Spagna. I rappresentanti della Delegazione, in Italia nell’ambito di un progetto internazionale curato dalla Direzione Centrale Anticrimine, hanno partecipato in qualità di osservatori della politica di gestione della sicurezza orientata al partenariato.

Nel corso dell’incontro gli operatori delle Polizie estere hanno assistito al confronto, in alcuni casi anche critico, tra la Questura e i rappresentanti dei cittadini sulle problematiche delle diverse aree urbane. La presenza dei Dirigenti dei singoli Uffici della Questura alla riunione, come in occasione dei precedenti incontri, ha consentito di integrare nell’ottica del lavoro di rete delle informazioni acquisite di pianificare risposte tempestive alle esigenze di sicurezza dei cittadini.
Inoltre, in occasione della gara di Champions League Roma-Bayern di martedì scorso, la stessa delegazione ha assistito alla gestione della sicurezza dell’evento sportivo, recandosi allo stadio al seguito del personale della Questura. Nella circostanza i poliziotti stranieri si sono confrontati con la polizia italiana anche sull’allestimento della fan-zone come ulteriore misura adottata in via sperimentale per garantire l’accoglienza e la vivibilità dei tifosi ospiti in occasione delle gare internazionali.

Posted by on 29 novembre 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento