Roma: attenzione alle periferie, potenziato il commissariato di Anzio-Nettuno

ROMA 04 Dicembre 2010 – Il nuovo assetto del Commissariato Anzio-Nettuno, elevato a rango dirigenziale, è stato ufficializzato dal Questore di Roma Francesco Tagliente questa mattina, in occasione di una visita al personale ed al Dirigente dr. Antongiulio Cassandra.
La nuova veste organizzativa del Commissariato, decretata con provvedimento del Ministro dell’Interno, è stata proposta dal Questore di Roma al Capo della Polizia, in linea con il progetto per la sicurezza della Questura della provincia di Roma e varato lo scorso agosto.
La proposta della Questura è stata valutata d’intesa con il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, sulla base di un attento monitoraggio delle esigenze del territorio, e sulla necessità di creare dei presidi in grado di rispondere in modo sempre più compatibile con le esigenze dei cittadini delle aree che si trovano a distanza dal centro urbano.
Maggiore attenzione verso le periferie dunque, come confermato dal Questore alla presenza di Carlo Eufemi (Sindaco di Ardea) e Luciano Bruschini (Sindaco di Anzio), nonché di Alberto Andolfi (Vice Sindaco di Nettuno), testimoniando l’impegno assunto in occasione di precedenti incontri tenutisi presso lo stesso Commissariato in occasione dei quali erano stati discusse le problematiche della zona.
Confermato anche l’impegno assunto nello stesso mese di settembre per la stampa e la consegna decentrata dei passaporti presso il Commissariato, garantendo maggiori standard del servizio al pubblico. In questo modo, come sottolineato dal Questore, sono stati ridotti i tempi di rilascio dei titoli per l’espatrio e, nel contempo, è stato possibile decongestionare il carico di lavoro dell’Ufficio Passaporti centrale di Villa Ricotti.
In occasione della visita il Questore ha rilanciato l’importanza del partenariato tra Forze di Polizia e cittadini, oltre che con gli operatori economici e le altre Istituzioni, chiamati a condividere le risorse operative e conoscitive per il comune obiettivo della sicurezza reale e percepita.
Il Questore ha quindi illustrato il piano di controlli straordinari disposto il 20 novembre scorso in occasione delle festività di fine anno ed esteso anche alle zone della provincia oltre che del centro cittadino, con l’attenzione rivolta essenzialmente ai reati predatori (furti, scippi e rapine), oltre che alle forme di illegalità tipiche di questo periodo, come ad esempio il commercio di giocattoli e fuochi d’artificio fuori legge, pericolosi soprattutto per i più piccoli.

Posted by on 4 dicembre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento